Perché rianimare i libri

Screenshot 2014-09-06 10.21.57Oblomov Press, testata on line lucerina, è tra le cose più belle che la provincia di Foggia metta in campo dal punto di vista della produzione letteraria e culturale. Dall’ultimo numero è il caso di segnalare questo bellissimo articolo di Lucia D’Angiò e Alfredo Padalino che parla della rianimazione dei libri, di quelli usati e vissuti, che raccontano storie nelle storia, grazie agli appunti presi a margine nelle pagine, alle annotazioni. C’è un vago sentore borgesiano nel rapporto speciale con i libri che viene raccontato in questo brano ed è addirittura memorabile l’ultima parte che racconta di un libro acquistato probabilmente in un mercatino specializzato, le cui pagine sono ancora intonse perché per un difetto nella procedura di rifilatura le pagine non sono state tagliate. Che senso ha acquistare un libro che nessuno ha mai letto? La risposta è tutta da leggere, e gustare.
Per leggere l’articolo fate clic sul titolo:
LIBRI RI-ANIMATI di Lucia D’Angiò e Alfredo Padalino

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...